top of page

Nuovi Gruppi Rally 2022

Premessa:


Faccio questo articolo specifico perchè, io per primo, dopo la diretta con Bellagaro, sono andato in confusione e, siccome cambiare nomi immagino influisca anche sulla vostra sanità mentale, durante le ricerche fidatevi, mi sentivo un pazzo, ho deciso di farvi un riassuntone anche in vista del campionato del mondo 2022, che si aprirà il 20 di Gennaio con il consueto rally di Montecarlo.



Partiamo con il dire che ogni gruppo di vetture che vi presenterò ha un anno di omologa minimo, quindi i tipi di vettura antecedenti a quegli anni sfuggono da quel gruppo, e da quel che ho capito (ma questa info prendetela con le pinze) tutte le omologhe più vecchie rimarranno con la nomenclatura che noi conosciamo, come le varie 106 e Saxo n2, le A5, la Clio N3 etc.

A questo articolo sono accostate delle tabelle prese direttamente da acisport.it e risalenti al 13 gennaio 2021, quindi vecchie di un anno. Cercando nel profondo del sito, questo è il documento più recente insieme ad un altra tabella confermata per il 2022 che però è più complessa da interpretare e vi lascio per integrazione.



Cominciamo dalla prima Nuova categoria, quella che per noi comuni mortali è lontana dal poter dire “un giorno la guiderò”: Le Rally1.

Le Rally 1 sono la categoria che va a sostituire le WRC+, in pratica, la nuova categoria top di gamma del mondiale rally va ad aggiungere 100kw di potenza sfruttabili per circa 15 secondi durante le ps tramite un supporto elettrico. Entreranno a far parte della categoria Rally1 quindi tutte le WRC 1.6 turbo e 2.0 che seguono tutte le specifiche che vedete sul foglio.

Per capirci, le Rally1 saranno tutte le wrc con diversi tipi di sottoclasse, come le Gruppo A che sono suddivise in A5, A7, anche se non penso che, oltre le nuove ibride, vedremo delle WRC+ alle partenze.



Passiamo alle Rally2, in pratica, le rally2 sono le R5, niente di differente, no novità. Dalla tabella di comparazione fia/aci, appare che oltre le R5, nelle rally 2 sono incluse le R4 kit e le R4. Per chi non sapesse cosa sono R4 kit, sono un progetto simile alle N5, dove un telaio di una vettura con precise caratteristiche (min esemplari prodotti 2500 per esempio) montano un kit specifico prodotto da un azienda francese, la Oreca, con un prezzo di vendita fissato dalla FIA a 85.000,oo€. Vi lascio QUI un articolo che le spiega molto bene. Comunque si parla di omologhe dal 2018.



Parliamo ora delle Rally3. Sono una categoria nuova del quale, fatte le opportune ricerche online, mi sembra di aver capito abbia realizzato solo la Ford, ovvero sono delle Rally4, a trazione integrale. Sono state costruite per creare l’area di mezzo tra Rally4 e Rally 2. Insomma, lo scopo che hanno è quello delle R4 e delle N5 (se non sapete cosa sono vi lascio il link del video QUI) ma non guardano troppo ai costi. Le omologhe per questo gruppo, a conferma di quanto trovato dalle mie fonti, hanno data 2021.



É il turno delle rally4, gruppo di appartenenza delle 2wd, dove entrerà a far parte anche la 208 r2b con omologhe dal 2018. Auto come le 1000cc tre cilindri turbo, verrano identificate sotto questo gruppo. Sono il secondo step per entrare nel Circuit del mondiale.


Fanalino di coda sono le rally 5, di cui fa parte come esempio la Clio 1.3 turbo con cambio sequenziale 5 marce di Alien cars, la quale si differenzia dalle Rally4 per grado di preparazione della scocca che, se non per cambio ed assetto, rimane di serie.


Se ti è piaciuto questo articolo clicca "mi piace" ed iscriviti al canale Youtube per non perderti la versione in video. Iscriviti alla newsletter per non perderti nuovi articoli e nuovi eventi.






50 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page